Translate

martedì 27 maggio 2014

Spighe e panini di grano duro

Ho desiderato fare queste spighe in ricordo di un'estate passata a Marina di Camerota, quando ero un ragazzina. Ricordo che ero in campeggio e per non cucinare facevamo insalate di pomodorini del Vesuvio (dolcissimiiii) e queste spighe. Adesso che ho la macchina per il pane (MdP) è una pacchia.. il lavoro grosso la fa lei..sopratutto una lievitazione fantastica e superveloce. Ma si può fare tranquillamente senza, allungando del doppio i tempi di lievitazione.
Se volete fare una pagnotta di grano duro casareccia seguite questa ricetta.



Ingredienti

250 gr di acqua tiepida
1 busta di lievito di birra granulare
1 cucchiaino di zucchero semolato
400 gr di farina di grano duro
100 gr di farina 0
1 cucchiaio di miele di millefiori
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaio di sale fino
olio evo q.b.

Anche se avete la macchina del pane amalgamate gli ingredienti in una boulle per far si che si incorporino bene. Sciogliete il lievito di birra  nell'acqua intiepidita a cui avete aggiunto lo zucchero. Aggiungete le farine e mescolate grossolanamente con una forchetta. Travasate tutto nel cestello della macchina del pane, aggiungete il sale e impostate il programma solo impasto da 1.30h. In assenza della macchina del pane, potete aggiungere il sale e impastare con una planetaria, o a mano, fino a quando l'impasto sarà liscio ed elastico (olio di gomito). Senza MdP fate lievitare fino a raddoppio circa 1.30. A questo punto, in qualsiasi modo abbiate preparato l'impasto di base, riprendete l'impasto e con l'aiuto di una spolverata di farina e un tarocco (o di un coltello affilato) dividete l'impasto in salamini della stessa dimensione e lunghezza. Intrecciate partendo da un capo che chiuderete congiungendo le estremità. 
Ponete le trecce su delle placche foderate da carta forno a lievitare nel forno spento, dopo averle spennellate di olio evo e coperte da pellicola trasparente (solo appoggiata sull'impasto). Fate raddoppiare nuovamente l'impasto. Dopo circa 40 minuti, l'impasto sarà bello gonfio e lievitato. Infornatelo a 200° per almeno 40 minuti, fino a doratura
Il pane rimarrà morbido dai 3 ai 7 giorni, meglio se coperto con un panno o una sacca di carta per la conservazione del pane.

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuta questa ricetta? Lascia un commento