Translate

lunedì 7 aprile 2014

Risotto ai fiori di zucca e zafferano

Un risotto delicato e saporito, per far apprezzare anche ai più reticenti i fiori di zucca. La contadina del mercatino li ha dati a mio marito, addetto alla spesa del mercato (ehh??? :D se l'ho sposato c'è più di un motivo), dicendogli di donarli a me.. che belli!!!

Ingredienti (4 porzioni)
350 gr di riso per risotti
1 bustina di zafferano in polvere
1 litro di brodo vegetale
1 cipolla
10-12 fiori di zucca
3 zucchine medio-piccole romane
olio evo e sale q.b

per il brodo: 1.5 lt di acqua, 1 cipolla, 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 chiodo di garofano, 1 zucchina, 1 patata e un mazzetto di prezzemolo fresco.

Lavate e tagliate a cubetti piccoli le zucchine e preparate il brodo vegetale. Mettete semplicemente a bollire (partendo da acqua fredda e salata) la cipolla, il sedano, la carota, la zucchina, la patata, il chiodo di garofano e il prezzemolo fresco. Filtrate e mettete da parte dopo almeno 1 ora di bollitura a fuoco lento. Se proprio non avete tempo potete usarne uno liofilizzato ma cercate di comprarlo più naturale possibile. Sciogliere lo zafferano in una tazzina di caffè con del brodo caldo. Riscaldate il resto del brodo se è freddo. Lavate i fiori di zucca e asportate con delicatezza il pistillo interno. Dividete i fiori in striscioline. Nella saltapasta fate rosolare con 1/2 cipolla le zucchine, salate, e dopo una decina di minuti aggiungete i fiori di zucca. Spegnete dopo massimo 5 minuti e mettete da parte. Fate tostare nella saltapasta in due cucchiai di olio evo l'altra 1/2 cipolla tritata e aggiungete il riso una volta che sia dorata.  Quando il riso comincerà a dorarsi lievemente, sfumate con un bicchiere di vino bianco secco e aggiungete il brodo con lo zafferano e il resto del brodo (caldissimi entrambi) poco per volta fino a cottura. Quando il riso comincerà ad essere "al dente" smettete di addizionare il brodo e aggiungete le zucchine con i fiori di zucca e amalgamate. Mantecate semplicemente con due/tre cucchiai di parmigiano o grana, aggiungendoli e girando bene. Servite quando il riso è "all'onda" ovvero quando lo giriamo si ricompone cremosamente.




Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuta questa ricetta? Lascia un commento