Translate

giovedì 9 gennaio 2014

Polenta al sugo di costine di maiale


E' da tanto che lo dicevo, volevo preparare la polenta con qualcosa che dalle mie parti si usa tantissimo: le costine di maiale. In più stasera il mio maritino torna dalla piscina sfatto lamentandosi probabilmente dell'età e dell'acqua troppo calda o troppo fredda.. la verità è che alle 22.30 dopo una giornata di lavoro, treno, piscina e "maletiemp" (maltempo) questo piatto è davvero necessario!! La ricetta è per 4 persone "abbondanti" mentre le foto raffigurano l'esecuzione solo per una persona.. quindi è tutto ridotto. Inoltre, il sugo può essere fatto tranquillamente in pentola a pressione, dimezzando i tempi di cottura!! 

Ingredienti:

250 g di farina di mais fioretto per polenta
20 gr di burro
(una nocellina - non esageriamo.. le costine sono caloriche)
12 costine di maiale (almeno)
4 cucchiai di parmigiano
1 sedano, 1 carota e 1/2 cipolla,
olio (EVO), sale e pepe
750 g di passata di pomodoro
(una bottiglia preparata in casa o dal contadino sarebbe ottimale)

Mettete 1 litro di acqua a bollire con una presa di sale.
In una sartana (padellone grande a bordi alti) fate un leggero soffritto di carota sedano e cipolla tritata finemente. Per evitare che bruci sfumatelo con un paio di cucchiai d'acqua (sarà cotto meglio e più leggero). Unite le costine di maiale e lasciate rosolare lentamente, dopo aver girato la carne un paio di volte, sfumate con il vino. Lasciate evaporare l'eccesso di alcool e aggiungete il pomodoro.  Coprite con un coperchio e continuate la cottura a fuoco moderato per 1 oretta. Ogni tanto controllate e, se serve, aggiungete un po di acqua al sugo (sopratutto se la passata è di ottima qualità è molto asciutta). Controllate che la carne sia ben cotta assaggiate il sugo e salate e pepate. 

Intanto, appena prima che l'acqua giunga a bollore aggiungete il pezzettino di burro e gettateci a pioggia la farina di polenta. Mescolate continuamente, con santa pazienza, per 40 minuti. Se non avete pazienza comprate la farina di polenta istantanea (evitate quella precotta in panetti...vi prego!).

Quando è pronta aggiungete il parmigiano (e non altro burro come si dovrebbe..). Servite la polenta unita al ragù.. e gustatela .. perché la prossima sarà dopo aver spaccato taaanta legna.. 


Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuta questa ricetta? Lascia un commento