Translate

lunedì 23 dicembre 2013

Susamielli di Natale

I susamielli sono una ricetta di Natale tipica di Gaeta, residenza della famiglia di origine di mio marito. Il segreto è custodito gelosamente e per ottenere questo risultato ho dovuto cimentarmi con pochi elementi, osservazioni e assaggi. I susamielli hanno la forma della lettera S e la loro origine è molta antica, si regalano insieme ai roccocò gaetani (una ricetta leggermente diversa da quella napoletana) e ricordano tempi in cui lo zucchero era un lusso e il miele era l'unico dolcificante alla portata di tutti.
Il risultato è stato fortunatamente discreto.


 Ingredienti: 

1000 gr di farina 00
800 gr di miele di arancia
100 gr di miele di castagno (mio gusto personale)
100 gr di zucchero semolato 
8 gr di cannella in polvere 
1 pizzico di sale
buccia di due arance tritata finemente
100 g di mandorle con la pelle per la guarnizione
10gr di ammoniaca per dolci (farmacia)

Sciogliere il miele, lo zucchero e il sale a fuoco lento e portare a leggero bollore poi spegnere  e far intiepidire (non girare con cucchiai di ferro, meglio usare spatole di silicone). Versare la farina sul tavola a cerchio aggiungere il miele intiepidito, la cannella, la buccia delle arance e solo alla fine l'ammoniaca. Aiutarsi con un cucchiaio prima e con le mani poi, amalgamando tutti gli ingredienti. Lavorare rapidamente. fare dei pesetti e assottigliarli tra i palmi delle mani per fare dei piccoli salamini a cui dare la forma della lettera S. Disporre su una teglia con carta da forno e posizionare al centro la mandorla. Cuocere per circa 15 minuti alla temperatura di 170°. Stare attenti alla cottura è importante che rimangano chiari. Una volta estratti dal forno lasciarli raffreddare senza sovrapporli, sono ancora morbidi e gli zuccheri potrebbero incollare o sformare i biscotti. BUON NATALE!!!!

 



1 commento:

  1. Ciao, arrivo da te grazie al contest "Il molino Chiavazza" al quale anch'io partecipo. Complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto. A presto...Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina

Ti è piaciuta questa ricetta? Lascia un commento